Cicchetti: vogliamo lasciare un’impronta di carattere storico

Di seguito la dichiarazione di Antonio Cicchetti rilasciata al termine della cerimonia di insediamento al Comune di Rieti.

“Non sarà una passeggiata comporre la giunta. Se dovessi vivere sulle emozioni che mi avete dato in queste settimane dovrei avere 266 assessori. Tutti avete dimostrato stima ed affetto. Le aspirazioni di molti saranno sacrificate, ma riprendere il controllo di una città credo che sia un valore importante più delle vicende personali. Penso al sacrifico che ho dovuto dare in questa campagna elettorale che mi sarei risparmiato se non avessi avuto la certezza di poter essere stato l’unico in grado di poter vincere. Mi sono sottoposto ad uno stress indicibile, per persona che si era già logorata in campo politico, ho iniziato nel 1968 a fare campagna elettorale, facevo i comizi anche quando non votavo. Adesso chiedo comprensione perché siamo riusciti a vincere e il valore è quello della vittoria e non può essere quello dell’interesse personale.

Ho fatto un grande sforzo di volontà per poter rimettere in piedi i cocci di quello che era stato uno splendido schieramento e che oggi con gli sforzi è tornato ad essere unito. Facciamo in modo che non ci siano incrinature e che tutti andiamo nello stessa direzione.
C’è posto per la gloria e le idee di tutti. Purtroppo i posti da assessore saranno pochi. Abbiamo riconquistato una città e questo va sottolineato, sopratutto perchè abbiamo vinto contro una grande potenza di fuoco. Adesso manteniamo il profilo alto. E’ la città che ce lo chiede.

Vogliamo lasciare un’impronta di carattere storico, non ho più nulla da chiedere alla politica. Sarò dedicato esclusivamente alla città. Questa sarà la Stella Polare del lavoro che noi abbiamo intenzione di fare e quando l’obiettivo è così alto credo che qualche sacrificio di carattere personale possa essere sopportato. Viva Rieti e Viva tutti noi!”.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*